Valdichiana

Cortona

La città di Cortona, situata ad un'altezza di circa 500 m. sul livello del mare, sul versante di un rilievo montuoso posto tra la Valdichiana e la valle del Tevere, è stata da sempre un centro di notevole importanza.

La posizione strategica della città, infatti, predominante all'interno della Valdichiana, permetteva il controllo degli assi viari di collegamento tra le città di Arezzo, Perugia, Siena e la Valtiberina, caratteristica che attualmente la colloca in posizione centrale facilmente raggiungibile.

Cortona nasce, sin dall’antichità, come centro etrusco, come testimoniano i vari e antichi resti presenti nella città e nel territorio. Alla fine del IV sec. a.C. Cortona si alleò con Roma per poi acquistarne la cittadinanza. Nel 450 fu presa dai Goti ma fu nel XII sec., che iniziò il suo sviluppo e divenne un comune famoso per le sue arti e i suoi mestieri. Diventò diocesi ghibellina nel 1325 e poi signoria con la famiglia dei Ranieri e rimase tale fino al 1409. Venne venduta a Firenze nel 1411 e, dopo l’assedio ad opera di Clemente VII e di CarloV, la città seguì le vicende del Granducato di Toscana. La città mantiene le caratteristiche del passato permettendo a chi la visita di ritrovare e riconoscere le varie testimonianze della storia.

Il Complesso S. Agostino posto nel Centro Storico permette al convegnista di approfittare delle pause di lavoro per vivere e visitare la città , il palazzo Comunale in piazza della Repubblica, la via Nazionale, il Teatro Signorelli, Palazzo Casali e nei dintorni, facendo una piacevole passeggiata, il Convento Francescano delle Celle la chiesa di santa Maria delle Grazie al Calcinaio è comunque riduttivo proseguire nell’elenco dato che ogni angolo della città è degno di essere visitato.

©2017, Cortona Sviluppo, Tutti i diritti sono riservati | Vietata la riproduzionedei contenuti. | Privacy & Cookie law

Developed by:  Next 2.0 Above The Line